Piano Giovani

In Sicilia non è partito nel migliore dei modi il famigerato “Piano Giovani”, promosso dalla Regione Sicilia e dal presidente dell’ ARS Rosario Crocetta, che si propone di lanciare i giovani nel mondo del lavoro attraverso 2000 tirocini retribuiti presso aziende convenzionate. Il sistema di selezione delle richieste on-line è andato però per la seconda volta in “tilt” e molti ragazzi interessati sono rimasti tagliati fuori. Un boccone amaro che non è stato certo digerito da tutti, e sul web è iniziata, dunque, una protesta collettiva verso “…un sistema che è alla stregua di una lotteria!”. Dalla regione provano a difendersi dichiarando inevitabile il sovraccarico dovuto alle tantissime richieste, anche se bisognerebbe certo capire come gli addetti ai lavori non abbiamo saputo prevedere una situazione simile, dato che la disoccupazione giovanile in Italia stia raggiungendo picchi storici.

Rispondi