Niente Riforma. Renzi si dimette

Non basta un Si. Non ne sarebbero bastati nemmeno altri 5.000.000. Con il 59,11% delle preferenze, il NO vince nettamente sul SI (che si ferma a quota 40,89%) e dunque viene respinta la proposta del governo di modificare la carta costituzionale.  Il popolo sovrano ha deciso, la Costituzione non si tocca, almeno a queste condizioni. Renzi e le sue riforme non hanno convinto l’Italia e gli italiani, che adesso si troveranno a gestire l’ennesima crisi di governo e di instabilità politica. Si perchè, come precedentemente annunciato dallo stesso Renzi, l’ormai ex premier si è dimesso dalla carica di Presidente del Consiglio. Ed in questi giorni bisognerà decidere il da farsi: andare subito al voto con il “Porcellum”, oppure cambiare la vergognosa ed infruttuosa legge elettorale durante l’ennesimo governo tecnico. Intanto i 5 Stelle, i leghisti e i dissidenti del PD guidati da Dalema, festeggiano la caduta di Renzi e si preparano ad imbastire le proprie campagne elettorali. Tutto ancora è incerto e nuvoloso, forse nei prossimi giorni ne sapremo un po’ di più.