Lezioni di Magistratura

Matteo Renzi ha recentemente accusato il sistema giuridico di essere “eccessivamente lento” perché “bisogna arrivare più velocemente a sentenza”. Una dichiarazione questa rilasciata nei confronti dell’inchiesta sul petrolio di Potenza. Non è mancata nemmeno la pronta risposta dell’ANM (Associazione Nazionale Magistrati) che ha risposto alle dichiarazioni del premier come “inopportune” ed “inconsistenti”. Sembra proprio un ritorno alla querelle tra politica e magistratura, che tanto aveva caratterizzato il governo berlusconiano e che adesso pare avere trovato un altro degno “avversario” in Renzi. Certo riguardo le tematiche ed i toni, il buon Silvio avrebbe qualcosa da ridire, che dite?