La grande incoerenza

Dopo 15 anni l’ambita statuetta americana torna in Italia, grazie al regista napoletano Paolo Sorrentino e al suo film  La Grande Bellezza, meraviglioso quadro sociale di un Italia decadente ma tuttavia ancora bellissima e romantica. Osannato dalla critica mondiale (oltre all’Oscar come migliore film straniero ha fatto una bella scorpacciata di premi in tutto il mondo) in Italia oggi le bocche dei critici si riempiono solo di complimenti verso il regista ed il suo film; e pensare che un’anno fa, all’uscita della pellicola nelle sale, i pareri erano tutt’altro che positivi…ma si sa, in Italia siamo tanto bravi a criticare, quanto ancor di più a ricrederci quando c’è da salire sul carro dei vincitori.

Rispondi