Il bambino sulla spiaggia

Aylan Kurdi è il bambino sulla spiaggia. In questi giorni i media ci hanno bombardato con le foto dell’agghiacciante ritrovamento sulle coste turche di questo bambino siriano morto a seguito del tentativo di raggiungere l’europa da parte dell’ennesimo barcone di migranti. La foto è riuscita, nella sua terribile creudezza, a sollevare la questione migranti in tutta Europa anche tra i leader politici, ed adesso si sta discutendo dei provvedimenti a riguardo. A prescindere dalle ideologie, le polemiche, i moralismi; da chi, a ragione, ci ricorda che Aylan è solo l’ultitmo di migliaia e migliaia di persone che hanno vissuto la stessa identica tragedia; a prescindere da tutto e tutti, ai nostri occhi rimane l’immagine indelebile di un bimbo a cui è stato negato il sacrosanto diritto alla vita. Riposa in pace Aylan